Skip to main content

Ted Nasmith

Ted Nasmith

Ted Nasmith, autore del poster di Lucca Comics & Games 2022, è uno dei più abili illustratori contemporanei, e non si può parlare di arte fantasy senza nominarlo. È lui, infatti, ad aver dato corpo alla fantasia di tutti i fan di Tolkien. Crea paesaggi incantati con la precisione di un pittore neoclassico, riproduce mondi e ambientazioni uniche che gli sono valse la stima e l’incoraggiamento di Tolkien stesso.

Nasmith trova nell’epopea dello scrittore inglese l’ispirazione per il suo futuro come artista. Queste le sue parole: "…Tolkien e C.S. Lewis arrivarono alla conclusione di aver bisogno di scrivere libri che avrebbero voluto leggere; in quel momento decisi che qualcuno (io) avrebbe dovuto disegnare il tipo di illustrazioni dei manoscritti di Tolkien che avrei voluto vedere!"

Appassionato di storia e religioni antiche è dotato di un personalissimo stile eclettico che attinge sia dalle atmosfere dei pittori preraffaelliti sia dal luminismo americano di metà 800. Grazie alla sua passione per l’architettura neoclassica, nelle sue opere si fa portavoce di un certo realismo magico ricreando atmosfere e paesaggi che seppur densi di particolari estetici e geografici mantengono un’aura incantata dettata proprio da un uso sapiente della luce e della resa grafica dei quattro elementi naturali.

Dal 1987 le sue opere compaiono nei celebri calendari dedicati a Tolkien (edizioni successive saranno 1990, 2002, 2003, 2004, 2009) e nel 1997 viene pubblicata la prima edizione illustrata da lui de "Il Silmarillion", opera postuma a cura di Christopher Tolkien che costituisce la genesi del corpus narrativo del padre. L’edizione italiana de "Il Silmarillion" con le illustrazioni di Ted Nasmith è stata pubblicata nel 2004 da Bompiani.

Considerato fra i più grandi esperti di Tolkien, Nasmith è inoltre membro di alcune società tolkieniane come The Tolkien Society e la Mythopoeic Society.

Non tutti sanno che Nasmith è anche un musicista, tenore e chitarrista: "The Hidden Door: Songs in the Key of Enchantment" è il suo primo album ispirato alle atmosfere de "Il Signore degli Anelli".