Skip to main content

Alex Randolph: Alex 100

Nato nel 1922 in Cecoslovacchia, Alex Randolph è il primo autore di giochi da tavolo a tempo pieno: ne ha pubblicati oltre 150. Figlio di artisti e poliglotta, durante la seconda guerra mondiale serve nel controspionaggio dell’esercito americano creando giochi per l’addestramento. Poi frequenta gli ambienti intellettuali di Vienna e Roma.

Dopo un romanzo ben accolto dalla critica, abbandona il lavoro di creativo pubblicitario a Boston e inizia a pubblicare giochi in scatola: il primo successo è “TwixT”, seguito da molti altri.

Vive per anni a Roma, poi in Giappone e dal 1972 stabilmente a Venezia. Inizia pubblicando giochi astratti, spesso ispirati a poker, scacchi e giochi tradizionali conosciuti in viaggio. Poi scopre i giochi per famiglie alla tedesca e adotta ambientazioni suggestive. Come in “Sagaland”, in cui occorre esplorare una foresta per trovare gli oggetti più celebri delle fiabe: vende oltre tre milioni di copie. Venezia ricorre in “Inkognito”, gioco di spie e intrighi ambientato a Carnevale, e in “Venice Connection”, ove si gioca con i tipici canali. Pubblica anche libri per bambini.

Muore il 27 aprile 2002. La lapide lo ricorda semplicemente come “Inventeur du TwixT”.

 

A 100 anni dalla nascita (1922-2022) Lucca Comics & Games celebra uno dei più grandi creativi del XX° secolo: la carriera, i giochi e il messaggio del primo “autore di giochi” riconosciuto della storia verranno celebrati attraverso un fitto programma di iniziative in cui saranno coinvolti numerosi Maestri del gioco italiano.

Piatto forte delle celebrazioni sarà una grande mostra e allestita nelle sale di Palazzo Ducale, che vedranno per la prima volta in assoluto un’esposizione dedicato a un autore di giochi.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Deutsches Spielarchiv/Museen der Stadt di Norimberga, e con la partecipazione attiva di fondamentali compagni di viaggio di Randolph come Leo Colovini e Dario De Toffoli di Studio Giochi, e Gianluigi Pescolderung di Studio Tapiro.

Le celebrazioni infine impreziosite da un documentario condotto da Andrea Angiolino che verrà reso disponibile sul catalogo RaiPlay.

Luogo: Palazzo Ducale - Lucca
Periodo: dal 15 ottobre al 1° novembre