X

LOGIN BOX

Non sei registrato? Iscriviti ora!

Password dimenticata ?

Quake Champions

I migliori combattenti di Quake Champions si sono ritrovati a Lucca per competere nell’Italian Esports Open 2018, dove solo uno, dopo una due giorni di infuocati duelli, potrà portarsi a casa la vittoria finale. Presentato da ESL e Lucca Comics & Games 2018, il Duel Invitational ha dato la possibilità, sia ai visitatori della fiera che su Twitch, di ammirare dieci tra i nomi più importanti della scena professionale di Quake Champions. Tra i partecipanti, il campione del Duel Showdown al QuakeCon 2018 Nikita “clawz” Marchinsky e i finalisti del PGL Shane “rapha” Hendrixson e Anton “COOLLER” Singov. 

In palio quattro accessi diretti all’ambitissimo e rinomato torneo DreamHack Winter 2018 in Svezia, oltre le spese di viaggio e ospitalità. Tra i pro-player partecipanti ci saranno nomi prestigiosi come Rapha (1° posto al PGL Quake Championship Open e al QuakeCon 2018 Open), Clawz e Cooller (rispettivamente 1° e 3° classificato al Quake World Championship 2017: Duel), k1llsen (vincitore della passata edizione di Italian Esports Open nel 2017) e l’italiano Marco “Vengeur” Ragusa. 

L’evento sarà presentato da John “Jorosar” Sergeant, veterano dell’esport con alle spalle centinaia di eventi in tutto il mondo. Il 1° novembre un solo vincitore potrà fregiarsi di essere il Campione di Lucca, chi sarà mai? C'è solo un modo per saperlo, seguire la diretta su Twitch (link:  https://www.twitch.tv/quake) non solo.

  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Goonatilleke S.
  • Ce sta Hulk come Lamù, e chi se ne va più? Francesco D.
  • Da te ritorno ogni anno mentre tu cresci senza invecchiare e io quando sto con te ritorno bambino. Giovanni Battista N.
  • La passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie Lucca Comics & Games per avermi fatto conoscere una mondo pieno di gioia e di fantasia. Roderick David G.
  • Sei fatta della fantasia di chi ci mette il proprio lavoro e della felicità di chi ci partecipa. Roberta M.