X

LOGIN BOX

Non sei registrato? Iscriviti ora!

Password dimenticata ?

Nobuaki Tomita

Nobuaki Tomita, stilista di kimono, nasce a Kyoto nel 1963. Acquisite conoscenze e perizia artigianale nella sua città natale, culla della tradizione, a soli 27 anni fonda un’azienda tutta sua, la “Kyokaori”

Il suo motto? “La cultura non ha frontiere”. Ben oltre l’ambito commerciale, la sua attività abbraccia infatti a tutto campo l’ambito della divulgazione su storia, cultura e moda del kimono. Oltre a mostre, training e conferenze in terra nipponica, ha al suo attivo eventi di vestizione e sfilate di kimono in America, Cina, vari Paesi d’Europa e numerose località italiane. Tra i riconoscimenti ricevuti, l’onorificenza del Ministero degli Affari Esteri del Giappone

Quanto al design, innovazione, fantasia e originali ispirazioni dai luoghi visitati si affiancano alla maestria artigianale. Tra le sue creazioni: kimono tinti rispettivamente con il limoncello di Sorrento, con (e al profumo di) cioccolato e cacao di Torino (omaggio al 150esimo anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia), con 15 chili di pregiatissime fragole di Tochigi (Giappone), o ancora, preziosi capolavori decorati con foglie d’oro a rilievo, frutto di mesi di lavoro manuale, e costumi di scena del teatro Kabuki. 

Frequenti sono le incursioni nel mondo dello spettacolo, dal cinema alla televisione, fino alle riviste e alla pubblicità: i suoi modelli hanno conquistato persino celebrità Hollywoodiane

In collaborazione con l'Ambasciata del Giappone in Italia.

Eventi correlati

Nobuaki Tomita
  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Goonatilleke S.
  • Ce sta Hulk come Lamù, e chi se ne va più? Francesco D.
  • Da te ritorno ogni anno mentre tu cresci senza invecchiare e io quando sto con te ritorno bambino. Giovanni Battista N.
  • La passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie Lucca Comics & Games per avermi fatto conoscere una mondo pieno di gioia e di fantasia. Roderick David G.
  • Sei fatta della fantasia di chi ci mette il proprio lavoro e della felicità di chi ci partecipa. Roberta M.