X

LOGIN BOX

Non sei registrato? Iscriviti ora!

Password dimenticata ?

I risultati

Dopo una giornata interamente dedicata alla traduzione, con interventi di approfondimento la mattina e lo svolgimento del concorso nel pomeriggio, arriviamo adesso ai risultati del Translation Slam 2018.

Le prove sono state rese anonime e letterate per la valutazione imparziale; i giurati hanno decretato i vincitori per le quattro categorie, indicando, inoltre, se idonei per un incarico di traduzione.

Il concorso, organizzato da Lucca Comics & Games in collaborazione con Symmaceo Communications, Bao Publishing ed Europe Comics e giunto alla settima edizione, prevede infatti che per ciascuna categoria venga designato un vincitore al quale, su eventuale segnalazione dei giurati, viene assegnato un incarico di traduzione da parte di BAO Publishing.

Categoria Francese > Italiano

Giurati: Gabrielle Giraudeau e Fabrizio Iacona

Motivazione: "Nonostante la complessità del testo, sia per il vocabolario che per lo stile, la candidata è riuscita a completare la prova integralmente, con un registro abbastanza rispondente allo stile dell'originale, una buona resa dei termini - con alcune ottime soluzioni in punti particolarmente difficili -  e una complessiva scorrevolezza del testo italiano, rallentata ogni tanto da errori di forma non banali. La vincitrice può affrontare la traduzione in ambito professionale prevista, con la supervisione e il supporto di un editor con conoscenze della lingua di partenza più che buone."

Vincitrice: Cristina Titone
Idoneità: i giurati ritengono la candidata idonea ad una collaborazione professionale.

Menzione speciale: Chiara Borrelli

 

Categoria Inglese > Italiano

Giurati: Jacopo Oldani e Leonardo Rizzi

Motivazione: "La traduzione è una buona prova di maturità da parte del partecipante al concorso. Riconoscendo e adattando la terminologia tradizionale delle pubblicazione italiane dell’Uomo Ragno, l’elaborato si inserisce in un solco storico, proponendo battute corrette con gusto, consapevolezza e competenza. Il sense of humour calzante e il tono opportuno rendono le voci dei personaggi vitali e avvincenti, restituendo le caratteristiche colloquiali e frizzanti dei dialoghi di Peter Bagge e, nella maggior parte dei casi, il periodo storico in cui è ambientata la storia."

Vincitore: Umberto Manuini
Idoneità: in seguito ad una protratta fase di valutazione, i giurati ritengono il candidato non idoneo ad una collaborazione professionale. Nonostante il tono reso nell’elaborato sia generalmente di buona qualità, i giurati ritengono che alcune forzature interpretative, la scelta dei vocaboli e la mancanza di scorrevolezza di alcuni dialoghi siano scelte azzardate, al di là del tempo ristretto a disposizione durante la prova. Nonostante la decisione sfavorevole, i giurati si congratulano con il traduttore per il suo elaborato.

Menzione speciale: Beatrice Ceruti

 

Categoria Italiano > Inglese

Giurati: Christopher Bradley e Jamie Richards

Motivazione: "The translation was consistently grammatically correct, narratively effective, and linguistically compelling. The editorial changes that would need to be made for it to be publishable would be of the regular variety—not so drastic that it would no longer be the translator’s translation."

Vincitrice: Beatrice Di Meglio
Idoneità: i giurati ritengono la candidata idonea ad una collaborazione professionale.

 

Categoria Giapponese > Italiano

Giurate: Susanna Scrivo e Midori Yamane

Motivazione: "Un'ottima traduzione, che dimostra grandi competenze sia per quanto riguarda la conoscenza della lingua giapponese che la padronanza dell'italiano. Qualche piccola imprecisione attribuibile alle condizioni di svolgimento della prova non inficia la resa finale, di livello professionale."

Vincitore: Gabriele Camilleri
Idoneità: le giurate ritengono il candidato idoneo ad una collaborazione professionale.

 

Le prove vincitrici:

Categoria Francese > Italiano

Le Procès di Maëster (in “Soeur Marie-Thérèse”, vol. 5: “Sans diocese fixe...”; AUDIO_FLUIDE GLACIAL; 2001)

versione originale

versione di Cristina Titone

 

Categoria Inglese > Italiano

The Megalomaniacal Spiderman di Peter Bagge (Giugno 2003 – Marvel Comics)

versione originale

versione di Umberto Manuini

 

Categoria Italiano > Inglese

Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano di Eleonora Antonioni e Francesca Ruggiero (Eris Edizioni, 2018)

versione originale

versione di Beatrice Di Meglio

 

Categoria Giapponese > Italiano

Moriarty the Patriot, vol. 3, di Ryosuke Takeuchi e Hikaru Miyoshi (Jump Comics, Shueisha)

Capitolo “A Study in ‘S’ – Act 3”

versione originale

versione di Gabriele Camilleri

  • Non sarai mai solo una fiera per me, sarai sempre il mio mondo. Lucca, apoteosi delle mie passioni. Angelo Agostini.
  • Girandola di emozioni, nuovi amici in un caldo abbraccio di folla festosa, carnevale dell'anima. Carlo Stuto.
  • Lucca, sei il fumetto che amo. Giuseppe Bennardo.
  • Ogni anno a Lucca le parole sono nuvole sulle labbra, qui vive ogni cosa che puoi immaginare. Alessandro Cecchinelli.
  • Lucca, da te ritorno ogni anno mentre tu cresci senza invecchiare e io quando sto con te torno bambino. Giovanni Battista Novaro.
  • Che cosa sono l’amore e l’intelletto se non i sentimenti che spingono l'essere umano a seguire le proprie passioni? Lucca Comics & Games è l’anello di congiunzione perfetto tra due quesiti eternamente in lotta. Juri Tirabassi.
  • Lucca Comics & Games è il posto perfetto per liberare un sogno chiuso nel cassetto. David Gusso.
  • La china che scorre tra le vie di Lucca realizza i nostri sogni. Francesco Tamburini.
  • Lucca, sei gioia e dolore, corse, attese, ritardi, freddo e caldo, sorrisi e lacrime, ritrovi e addii, colori e ricordi indelebili. Roberta Giancotti.
  • Quando senti di trovarti nel posto giusto al momento giusto, quando chiunque può brillare senza paura, sai di essere a Lucca Comics & Games. Giordano Cruciani.
Newsletter