Nigel Sade

Nigel Sade è un simbolista dal duplice carattere, realista e astratto. Uno si avvicina al Surrealismo con un’inclinazione all’illustrare le emozioni. L’altro, invece, si interroga sulla visione del mondo, spesso relazionandosi alla cultura pop e a come possa essere rappresentata tramite antiche forme artistiche.

Nigel ci mostra il mondo tramite i suoi occhi, influenzato dai suoi ricordi di un’infanzia noiosa e, perciò, malvagia. Come gli artisti di maggior successo, i momenti bui gravano sulle sue opere più di quelli felici. Ma l’impulso artistico arriva proprio in quei momenti e la sua catarsi lo ha condotto a manifestarsi come lo conosciamo.

  • È come festeggiare il compleanno e Natale insieme, non me ne perdo neanche una. Silvy.
  • Una volta entrata tra le sue mura il resto del mondo scompare, e rimangono solo divertimento, entusiasmo e tanta voglia che la giornata non finisca mai! Milena.
  • Una volta all'anno a Lucca ci sono centinaia di persone che condividono i loro sogni ad occhi aperti. Elisa.
  • Lucca è come un'avventura. A partire dalla vigilia spesa pianificando con i tuoi amici, fino a quando ti abbandoni sul sedile del treno ed esulti: anche quest'anno ce l'ho fatta! Ettore.
  • Lucca è bere rum con Jack Sparrow, fare quattro risate con Joker e fumare funghetti con Super Mario a bordo della DeLorean. Serena.
  • Il posto dove tutti possono diventare eroi per un giorno. Simone.