Silver

Silver (al secolo Guido Silvestri) nasce a Carpi nel 1952 e fin da giovane frequenta lo studio di Bonvi, con cui collabora alla realizzazione di “Capitan Posapiano”, “Nick Carter” e “Cattivik”.

Nel 1974, su impulso di Bonvi e dell'amico Alfredo Castelli, elabora una nuova striscia da pubblicare su una rivista dell'editrice Dardo. Nella sua idea iniziale, la striscia avrebbe dovuto intitolarsi “La fattoria dei McKenzie” e ruotare attorno alla vita di un gruppo di animali da cortile, con sporadiche apparizioni di un lupo dal comunissimo nome Alberto.

Era nato il lupo blu più famoso del fumetto italiano che, dalle pagine del “Corriere dei Ragazzi”, sarebbe decollato per diventare una vera e propria icona popolare italiana, ancora oggi oggetto di un massiccio merchandising e più volte utilizzata come testimonial per campagne sociali.

Dal 1989 Lupo Alberto ha preso residenza nella casa editrice Acme, fondata da Silver stesso, che negli anni ha cambiato nome in Macchia Nera quindi in Mck Publishing. Da qui la sua notorietà si è estesa raggiungendo il piccolo schermo per la prima volta nel 1998, con una serie di 52 episodi da 6 minuti ciascuno trasmessa anche oltre i confini nazionali. L’esperienza televisiva viene bissata nel 2001 da una seconda serie coprodotta dalla RAI.

Oggi, dopo oltre 40 anni dalla sua nascita, Lupo Alberto è ancora sulla cresta dell'onda e le sue avventure, portate avanti da un team selezionato da Silver, vengono tradotte in più di 40 paesi.

Silver sarà ospite di Lucca Comics & Games 2017 in collaborazione con Panini Comics.

Eventi correlati

Silver
  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Goonatilleke S.
  • Ce sta Hulk come Lamù, e chi se ne va più? Francesco D.
  • Da te ritorno ogni anno mentre tu cresci senza invecchiare e io quando sto con te ritorno bambino. Giovanni Battista N.
  • La passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie Lucca Comics & Games per avermi fatto conoscere una mondo pieno di gioia e di fantasia. Roderick David G.
  • Sei fatta della fantasia di chi ci mette il proprio lavoro e della felicità di chi ci partecipa. Roberta M.