• Comune di Lucca
  • Provincia di Lucca
  • Con il patrocinio di: Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • Festival: dal 30/10 al 02/11 - Mostre: dal 18/10 al 02/11

Licia Troisi

Licia Troisi

Licia Troisi (Roma, 1980) è l’autrice fantasy italiana più venduta nel mondo, grazie allo straordinario successo delle saghe del “Mondo Emerso”, della “Ragazza Drago” e dei primi volumi dei “Regni di Nashira”. Laureata con una tesi sulle galassie nane, collabora con l’Università di Roma Tor Vergata come astrofisica. I suoi libri sono venduti in 18 paesi.

Per celebrare il decennale dell’esordio di Licia Troisi, in anteprima a Lucca Comics & Games, Mondadori presenterà Le storie perdute, il volume spin off delle Cronache del Mondo Emerso, in cui rivive Nihal, la protagonista più amata, l’immagine simbolo dell’autrice fantasy italiana per antonomasia.

Ne Le storie perdute l'eco delle gesta di Nihal è giunta così lontano che una notte un misterioso cantastorie si presenta a una locanda con tre storie da raccontare, storie segrete che nessuno ha mai ascoltato. È così che gli avventori della locanda scoprono come sono morti i genitori naturali di Nihal, come l'eroina è scomparsa dopo aver sconfitto le armate del Tiranno, e infine l'ultima, sconvolgente storia che nessuno avrebbe mai potuto immaginare.

Uno volume speciale per un anniversario speciale che verrà celebrato a Lucca anche con un particolare contest con in palio le copie autografate dalla regina italiana del fantasy.

 

 

Eventi Correlati

Licia Troisi
  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Goonatilleke S.
  • Ce sta Hulk come Lamù, e chi se ne va più? Francesco D.
  • Da te ritorno ogni anno mentre tu cresci senza invecchiare e io quando sto con te ritorno bambino. Giovanni Battista N.
  • La passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie Lucca Comics & Games per avermi fatto conoscere una mondo pieno di gioia e di fantasia. Roderick David G.
  • Sei fatta della fantasia di chi ci mette il proprio lavoro e della felicità di chi ci partecipa. Roberta M.