• Comune di Lucca
  • Provincia di Lucca
  • Con il patrocinio di: Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • Festival: dal 31/10 al 03/11 - Mostre: dal 19/10 al 03/11

Giorgio Vanni

Giorgio Vanni e i Figli di Goku

L’energia esplosiva, l’irrefrenabile vitalità e il travolgente ritmo delle sigle dei cartoni animati di Italia Uno hanno reso Giorgio Vanni uno dei più famosi cantanti di sigle nel panorama italiano.

Tutto ebbe inizio nel 1998 quando Giorgio compose ed interpretò la sua prima sigla intitolata Superman. Seguirono numerosi successi, tra cui L’incredibile Hulk del 1999, Rossana (interpretata da Giorgio Vanni e Cristina D’Avena, ma composta da Gianfranco Fasano e arrangiata da Max Longhi) e Diabolik del 2000; What a mess Slump e Arale e I cavalieri dello zodiaco del 2001; Detective Conan del 2002; Beyblade, Beyblade V force e Yu-Gi-Oh! del 2003; He-man and the masters of the universe e Holly e Benji forever del 2004 e le ultimissime Yu-Gi-Oh GX, Io credo in me e Keroro. Particolare attenzione richiedono le sigle realizzate per le varie serie di Dragon Ball e dei Pokémon, ognuna di esse ha riscosso un enorme successo non solo tra i più piccoli, ma anche e soprattutto tra gli adulti. Giorgio non è solo un cantante, ha infatti composto sigle per Cristina D’Avena, tra cui Sabrina, Doremì, Hamtaro, Doraemon e All’arrembaggio!.

Giorgio Vanni si esibirà in un imperdibile spettacolo con I Figli di Goku, al secolo Nick Lamberti (batterista), Giuliano Lecis (tastierista), Paolo Polifrone (bassista), Marcello Salcuni (chitarrista).

 

 

  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Goonatilleke S.
  • Ce sta Hulk come Lamù, e chi se ne va più? Francesco D.
  • Da te ritorno ogni anno mentre tu cresci senza invecchiare e io quando sto con te ritorno bambino. Giovanni Battista N.
  • La passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie Lucca Comics & Games per avermi fatto conoscere una mondo pieno di gioia e di fantasia. Roderick David G.
  • Sei fatta della fantasia di chi ci mette il proprio lavoro e della felicità di chi ci partecipa. Roberta M.