• Comune di Lucca
  • Con il patrocinio di: Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • Comune di Lucca
  • Festival: dal 28/10 al 01/11 - Mostre: dal 15/10 al 01/11

Mechs vs. Minions

Immagine © Riot Games

Direttamente dagli studi americani di Riot Games, a Los Angeles, arrivano a Lucca due protagonisti dello sviluppo di “League of Legends”: si tratta del game designer Brian Feeney e dell’art lead Christopher Campbell. A loro si deve la cura, sia dal punto di vista videoludico sia artistico, dei Champions di “League of Legends”.

In occasione dell'uscita di “Mechs vs. Minions”, il primo gioco da tavolo ambientato nell'universo di Runeterra, il padiglione di “League of Legends” a Lucca Comics & Games 2016 ospiterà il boardgame in un'inedita ed esclusiva veste interattiva, che inoltre sarà acquistabile, in quantità limitate, nel merch store ufficiale all'interno dell'Ex Cavallerizza.

In “Mechs vs. Minions” (un cooperativo da 2-4 partecipanti) i giocatori potranno programmare e pilotare i propri mech, interpretando quattro scalmanati yordle, in dieci missioni contro i minion della durata ciascuna tra i 60 e i 90 minuti, anche se le sessioni di prova si limiteranno a 20 minuti circa.

  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Shanaka.
  • Non sarai mai solo una fiera per me, sarai sempre il mio mondo. Angelo.
  • Da un palazzetto ad una città intera, ma il divertimento è sempre lo stesso. Paolo.
  • Auguri Comics, troverò sempre un modo per esserci! Alessandro.
  • Hai 50 anni eppure sei ogni anno più giovane. Roberta M.
  • Da Nord a Sud passando per il centro poi ti fermi a Lucca ed entri dentro. David.
  • Grazie Lucca. May you stay forever young. Francesco.
  • La completa gamma di emozioni umane racchiusa in un’unica anima, la passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie per avermi dato l'opportunità 2 anni fa di chiedere alla mia attuale moglie di sposarmi creando una scenetta in cosplay… Roderick.
  • Ma tutti in coro alla D’Avena, senza sforzo e senza pena, con la voce che ormai è tanta per far gli auguri ai tuoi cinquanta! Luigi.
  • Ora sono il bambino più felice del mondo. Sandro.