• Comune di Lucca
  • Con il patrocinio di: Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • Comune di Lucca
  • Festival: dal 28/10 al 01/11 - Mostre: dal 15/10 al 01/11

Farewell to Joe Dever

Lucca is a big part of my life”.

Così scriveva Joe Dever poche settimane fa, annunciando di non poter partecipare fisicamente, per motivi di salute, all’edizione 2016 di Lucca Comics & Games. Ma il Maestro di Lupo Solitario invece era tra noi anche quest’anno e lo sarà sempre, anche oggi che commossi lo salutiamo, perché lui è parte della nostra vita più di quanto forse abbia mai potuto immaginare.

Scrittore brillante, spirito vivace e rivoluzionario game designer, con la saga che gli ha donato fama internazionale, Joe Dever ha infatti cambiato il nostro sguardo sulla narrazione del mondo, e ha segnato indelebilmente il modo in cui oggi ci appassioniamo alla fantasy e non solo. La tristezza per la sua perdita è intensa, ma la sua eredità lo è molto di più.

“Lucca è una grande parte della mia vita”, aveva già detto nel 2015, quando ricevette da noi il premio alla carriera e lasciò le impronte delle sue mani per la nostra Walk of Fame. E aggiunse: “Sono contento di essere adesso una parte della sua storia”.

Diciamo farewell a un grande autore e caro amico di Lucca.

Joe, your quest does not end here…

  • Ci sono muri che separano ma sono stato su un muro che unisce. Shanaka.
  • Non sarai mai solo una fiera per me, sarai sempre il mio mondo. Angelo.
  • Da un palazzetto ad una città intera, ma il divertimento è sempre lo stesso. Paolo.
  • Auguri Comics, troverò sempre un modo per esserci! Alessandro.
  • Hai 50 anni eppure sei ogni anno più giovane. Roberta M.
  • Da Nord a Sud passando per il centro poi ti fermi a Lucca ed entri dentro. David.
  • Grazie Lucca. May you stay forever young. Francesco.
  • La completa gamma di emozioni umane racchiusa in un’unica anima, la passione in migliaia di cuori. Roberta G.
  • Grazie per avermi dato l'opportunità 2 anni fa di chiedere alla mia attuale moglie di sposarmi creando una scenetta in cosplay… Roderick.
  • Ma tutti in coro alla D’Avena, senza sforzo e senza pena, con la voce che ormai è tanta per far gli auguri ai tuoi cinquanta! Luigi.
  • Ora sono il bambino più felice del mondo. Sandro.