• Comune di Lucca
  • Provincia di Lucca
  • Con il patrocinio di: Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • Festival: dal 31/10 al 03/11 - Mostre: dal 19/10 al 03/11

Translation Slam

Translation Slam: “and the winners are…”

Il Translation Slam 2013 arriva all’ultimo atto. La sfida riservata ai traduttori dall’inglese e dal francese ha ora i suoi vincitori e i suoi menzionati. Gli “arbitri” Andrea Plazzi, Leonardo Rizzi e Fabrizio Iacona hanno valutato gli elaborati e hanno scelto.

Per la lingua francese vince Gabrielle Giraudeau, con la traduzione di Kebra et Keubla, Sur la piste
du Bongo - Part 3: "Le cargo de l'enfer"
(testo e disegni di Jano, pp.63-68; Ed. H. Associés, Humano Pocket, 2008)

L'edizione originale La traduzione

 

Gabrielle Giraudeau (Mont-Saint-Aignan, Francia, 1978) è bilingue e lavora da una decina di anni nel campo della traduzione in diversi settori, tra cui medicina, psichiatria, turismo e storia dell’arte. Collabora da diversi anni con la Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze, per la quale ha curato le traduzione da e verso il francese della mostra “La Primavera del Rinascimento”, e con la Fondazione Bardini-Peyron, sempre di Firenze, per cui ha seguito la mostra “Firenze-Parigi andata e ritorno”. Ha imparato a leggere con Asterix e Achille Talon e segue e apprezza fumetti e BD, cartacei e online, di autori francesi e italiani, come Makkox, Zerocalcare, Nathalie Jomard, Marion Montaigne.


Per la lingua inglese vince Jacopo Oldani per la sua versione di Harvey Pekar's Cleveland (testi di Harvey Pekar, disegni di Joseph Remnant, pp. 79-83 - Ed. Top Shelf/Zip, 2011)

L'edizione originale La traduzione

 

Jacopo Oldani (Abbiategrasso, 1981) traduce per passione e professione dal 2007. Quando non è impegnato a scegliere le parole giuste da usare, è un consumatore compulsivo di fumetti, film, serie tv, videogiochi e musica.


E veniamo alle note di merito: per la lingua francese la giuria ha scelto Stefano Andrea Cresti per la traduzione di Sur la piste du Bongo. Per la lingua inglese la menzione è per Neri Locchi per Art School Confidential.

Il Translation Slam, sfida di traduzione in puro stile “Giochi senza Frontiere”, è stata organizzata da Lucca Comics & Games in collaborazione con Rizzoli-Lizard. La gara si è tenuta giovedì 31 ottobre durante Lucca Comics & Games 2013 e, pur essendo solo alla sua seconda edizione, ha riscosso un successo dalle dimensioni inaspettate per gli stessi organizzatori: i posti disponibili sono stati colmati in pochi giorni dopo il lancio del bando di partecipazione e la gara è già diventata un appuntamento attesissimo nel calendario degli addetti ai lavori e degli appassionati di lingue e di fumetti.


Ecco le versioni integrali delle prove vincitrici.



GLI ARBITRI

Andrea Plazzi (Bologna, 1962) si occupa di fumetti dal 1977. Ha organizzato mostre, collaborato con riviste e case editrici di settore, nazionali e internazionali (Star Comics, Panini, Dark Horse), coordinato progetti editoriali e tradotto fumetti dall’inglese (Alan Moore, David Lapham, Paul Hornschemeier) e dal francese (Marjane Satrapi), in particolare comic book americani (Fantastic Four, Daredevil, Uncanny X-Men) e romanzi a fumetti. Con l’etichetta PuntoZero ha tradotto la maggior parte delle opere di Will Eisner, che ha curato per Kappa Edizioni (La forza della vita, Le regole del gioco, Racconti di Guerra, Archivi di Spirit) e Fandango Libri (Contratto con Dio, La Forza della Vita, Dropsie Avenue, Affari di Famiglia, Piccoli miracoli). Per la Fondazione Ferragamo di Firenze ha curato e tradotto la storia di Frank Espinosa La nascita di un sogno (“Making Of A Dream”, 2013).

Leonardo Rizzi (Bari, 1971) ha tradotto in italiano Alan Moore (Watchmen, V for vendetta, La lega degli straordinari gentlemen, La voce del fuoco, Promethea), Neil Gaiman (Sandman), Frank Miller (300, Batman: Anno Uno), Los Bros Hernandez (Rove and Rockets), Grant Morrison (Animal Man, WE3), Warren Ellis (Transmetropolitan), Scott McCloud (Capire il fumetto) e altri autori di fumetti. Collabora con le case editrici Panini Comics, RW-Lion, Magic Press, Black Velvet, Alta Fedeltà e Planeta De Agostini.

Fabrizio Iacona (Copparo – FE, 1971), è laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Padova e ha conseguito il Diploma post-laurea (D.E.A) in Scienze del Linguaggio presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi. Ha svolto in italiano e in francese attività redazionali, di traduzione, interpretariato e gestione dei rapporti con la clientela internazionale per aziende in Italia e Francia. È traduttore di fumetti e saggistica, da e verso il francese, tra cui Aya di Yopugon (Lizard) e Corto comme un roman : Réflexions sur Corto Maltese, ultime héros romantique (Casterman).

  • È come festeggiare il compleanno e Natale insieme, non me ne perdo neanche una. Silvy.
  • Una volta entrata tra le sue mura il resto del mondo scompare, e rimangono solo divertimento, entusiasmo e tanta voglia che la giornata non finisca mai! Milena.
  • Una volta all'anno a Lucca ci sono centinaia di persone che condividono i loro sogni ad occhi aperti. Elisa.
  • Lucca è come un'avventura. A partire dalla vigilia spesa pianificando con i tuoi amici, fino a quando ti abbandoni sul sedile del treno ed esulti: anche quest'anno ce l'ho fatta! Ettore.
  • Lucca è bere rum con Jack Sparrow, fare quattro risate con Joker e fumare funghetti con Super Mario a bordo della DeLorean. Serena.
  • Il posto dove tutti possono diventare eroi per un giorno. Simone.